Passa ai contenuti principali

Storie di razzismo e adozione

Care bambine e cari bambini,
benvenute, benvenuti.
Che siate tutti benvenuti nella vostra nuova casa.
Perché questa, da oggi, è anche casa vostra.
Da oggi.
Ovvero, da oggi in poi.
E il poi, per chi ha un passato da cambiare, è tutto.
Per questa ragione siamo qui a farvi delle promesse.
Così avrete qualcosa di scritto, nero su bianco, con cui rinfrescarci la memoria laddove ci capiterà di non ricordare.
E capiterà, oh se capiterà.
Indi per cui, vi promettiamo che sarà casa vostra anche quando non sarete più due occhioni scintillanti in un viso angelico, per quanto olivastro.
Un’adolescente ribelle.
E un giovane imprevedibile.
Una ragazza tutt’altro che perfetta.

Leggi il resto

Commenti