Passa ai contenuti principali

Storie di razzismo delle parole

Signore e signori,
parenti, amici o solo conoscenti della buon’anima, vorrei qui ringraziare dal profondo del cuore il nostro amato ominide di Dmanisi.
Grazie, uomo primitivo.
Davvero, grazie.
Ti sono grato di esistere, è proprio il caso di dirlo.
Brava persona? Un poco di buono? Di cattiva creanza o gentili costumi? Nessuno può sostenere l’uno o l’altro sul tuo conto.
Quello che sappiamo è che il segno del tuo passaggio sulla terra vale molto di più del trascrivere un semplice nome nell’innumerabile elenco di vite che ci hanno preceduto.
Perché l’incisione in quello stesso elenco, ne cancella infinite altre, di successioni di lettere, più o meno scomode, indubbiamente pericolose, dal nostro oberato dizionario comune.
Dicesi parole.

Leggi il resto

Commenti