Passa ai contenuti principali

Storie di razzismo: chiedo asilo

C’era una volta un pianeta.
Non il nostro, così siamo tutti più tranquilli.
Nel pianeta c’erano degli abitanti.
Umani.
Be’, diciamo sulla carta, ecco.
Il pianeta degli abitanti umani, sulla carta, erano tanti e infinitamente diversi tra loro.
Capita.
D’altro canto, l’uguaglianza delle forme e dei colori è solo un illusione.
Anche per gli uguali di questo mondo.
Soprattutto per questi ultimi.
Un giorno accadde qualcosa che inquietò alcuni.
Non tutti, solo una parte dei molti.
Un tale di nome Ioane, un nome a caso, bussò alla porta di quelli che vivevano più in alto di lui.
“Potete ospitare me e la mia famiglia? L’acqua sta salendo e rischiamo di affogare. Ho tre bambini, qui con me…”

Leggi il resto

Commenti